Firenze: cosa vedere in un giorno

La mia gita in quel di Firenze risale a inizio estate, però tra una balla e l’altra mi ritrovo a scrivere il post a inizio autunno. Premetto ovviamente che in un giorno non si può fare granchè, però è stato piacevole tornarci dopo quattro anni. Sfiga vuole che il Duomo fosse chiuso, mi sono quindi accontentato di fotografarlo dall’esterno.

Partenza il sabato pomeriggio con pullman Flixbus diretto da Genova a Firenze. Esperienza soddisfacente, discreto wifi, puntualità, viaggio tranquillo ed economico. Consigliato! 😉 Soggiorno in camera singola presso l’hotel Prestigia Rooms, a due minuti a piedi da Piazza del Duomo, abbastanza spaziosa, con bagno in comune. Non esistono chiavi per le porte, tutto tramite codici.

Consiglio vivamente prima di partire di acquistare online l’entrata agli Uffizi e le salite sul Campanile di Giotto e sulla Cupola del Brunelleschi.


COSA FARE

La sera, al calar del sole, penso sia obbligatorio ammirare il meraviglioso panorama offerto da Piazzale Michelangelo, con ottima vista su Ponte Vecchio e sul centro di Firenze.dsc_00152img_75502

Classificata tra le più belle città al mondo, Firenze è un gioiello del nostro caro Paese (ah, quindi brutta l’Italia eh?) di cui possiamo andare decisamente fieri. Vagare senza una meta precisa nel cuore cittadino intriso di storia e tradizione, soprattutto in serata quando è baciata dalle luci dei lampioni e delle insegne, rientra tra le cose da fare se si è qui.

img_75542img_75522

img_7490

Tralasciando la visita del Duomo di Santa Maria del Fiore, già avvenuta in passato, ho trovato grande piacere nel salire sul Campanile di Giotto per osservare la città dall’alto. Dopo 414 scalini (‘na faticaccia!) si arriva in cima alla torre e la vista ripaga lo sforzo.

dsc_00622dsc_00642

IMG_7590.JPG

Se sei un amante di fotografie panoramiche, non puoi perderti neanche l’altro scenario che regala la Cupola del Brunelleschi, da lui realizzata nel 1418. La scalata fino in cima è ancora più tosta del Campanile, i gradini sono la bellezza di 463.

dsc_00802img_75972

Sempre in piazza, si può fare una sosta nel Battistero di San Giovanni, dove ammirare i mosaici che ricoprono la cupola interna.

Spostandosi verso l’Arno, il fiume che attraversa Firenze, è d’obbligo fermarsi nella celebre Piazza della Signoria, col maestoso Palazzo Vecchio a far da padrone, simbolo del potere civile fiorentino. Di fronte è presente la statua del David, o meglio la copia (quella vera è situata all’interno della Galleria dell’Accademia), la fontana di Nettuno e la Loggia dei Lanzi.

dsc_00652

dsc_00692img_76182

E si giunge quindi a Ponte Vecchio, un altro simbolo cittadino. Fatto costruire dai Medici per passare da Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti senza dover attraversare le strade di Firenze, è l’unico ponte della città a non esser stato distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale. Di piacevole impatto visivo il riflesso sul fiume con le botteghe orafe, costruite ai lati, ad aggiungere un pò di colore.

dsc_00722

Rimani in zona e prenditi il tuo tempo per visitare la Galleria degli Uffizi, uno dei più importanti musei italiani. Lo scorso anno è stato il più visitato d’Italia. E’ di grandi dimensioni e ospita tantissime opere di fama mondiale. Io personalmente non amo rinchiudermi nei musei, ma non posso che consigliare una tappa qui per apprezzare la ricchezza della galleria.

img_76732img_76782

Prendiamoci un momento di pace e relax a contatto con la natura. Cosa se non passeggiare nel Giardino di Boboli e stendersi nel prato lontano dalla massa di turisti? Io ci ho passato un’ora abbondante…e il bene che si stava!!!! 🙂

img_7699

E ci sarebbero tante altre cose da fare/vedere a Firenze… io, avendo solo una certa quantità di tempo a disposizione, non ho considerato altre attrazioni come la Chiesa di San Lorenzo, Palazzo Pitti, la Basilica di Santa Croce e la Chiesa di Santa Maria Novella.


DOVE MANGIARE

  • Pranzo: consiglio un pratico e buonissimo panino con la tipica finocchiona presso “Panini Toscani” (Piazza del Duomo, centro storico). Il gentile personale propone assaggi di salumi e formaggi con breve spiegazione e poi ti compone il panino.
  • Cena: prenotato tramite l’utilissima app The Fork presso il ristorante “La Cantinetta” (via Borgo S. Lorenzo, centro storico). Ho mangiato un carpaccio di lonzino al chianti, un piatto di pappardelle al sugo di cinghiale maremmano e biscottini di Prato con vin santo, il tutto accompagnato da un bicchiere di Chianti e concluso con un caffè. Costo 36 €.

img_76432img_75592img_75602img_75612

8 thoughts on “Firenze: cosa vedere in un giorno”

  1. Non so cosa possa aver meno rispetto ad altre città ma, come scrivi anche tu, penso che davvero Firenze sia tra le più belle del mondo. Ci sono stata già tre volte e, se potessi, ci andrei anche ora, magari con l’autobus, come hai fatto tu. Solo che per il freddo che c’è di notte faccio una gran fatica a mettermi in viaggio. Ma anche d’estate eh! L’ideale sarebbe l’auto… l’ideale per combattere il freddo ma non per il portafoglio. Comunque io adoro proprio Firenze. E che dire di Botticelli? Meravigliosi gli Uffizi!

    1. Eh si, è una bella città! Mi piace molto ma forse non è la mia preferita, per esempio Verona mi ha colpito di più, è scattato qualcosa subito, non saprei dirti!
      Peró Firenze è comunque da vedere più volte.. poi mi piacerebbe percorrere la strada del Chianti che scende a Siena passando per borghi meravigliosi!

  2. I miei ricordi di Firenze sono recenti: ci sono stata a maggio ma solo un paio di giorni perché la mia tappa era l’Umbria a trovare una amica. Firenze non è mai stata la mia città preferita, l’ho sempre considerata la sorella minore di Roma e Venezia ma stavolta l’ho rivalutata! Ma mi ha fatto la tua stessa impressione: bella, mi è piaciuta ma altre città mi hanno preso molto di più.

    1. Resta in ogni caso tra le più belle al mondo, ci sta peró che non ti prenda completamente!
      L’Umbria invece? Non ci sono mai stato! Cos’hai visto? ?

Rispondi