In viaggio nel Gargano: aspettative pre-partenza

Buonasera a tutti, siamo arrivati finalmente al momento della partenza per la Puglia, in particolare la “regione” del Gargano.

Da un bel pò di tempo, vedendo su instagram foto di paesaggi incredibili, ho in testa di farmi una settimana nel Gargano, lo sperone d’Italia, territorio parecchio amato dai viaggiatori per le sue bellezze terrestri e marine. Mi va pure di differenziarmi dalla massa che solitamente invade le località pugliesi da Polignano in giù, fino alle caraibiche spiagge salentine. Ho scelto il Gargano, la prima settimana di settembre, per cercare di vivermelo in pace senza un eccessivo affollamento turistico, cercando di godermelo il più possibile e portare a casa ottimi ricordi.

Tuttavia pare che l’estate debba “terminare” proprio in quei giorni, visto il sicuro abbassamento delle temperature e il meteo che non promette benissimo. In ogni caso, sono certo che non rimarrò deluso!

Gargano: cosa mi ha convinto?

  • I borghi, da nord a sud, da Rodi a Mattinata, passando per Vieste, Peschici, Vico del Gargano e Monte S. Angelo. Paesi deliziosi, tra i più belli d’Italia, con un centro storico fatto di viuzze che si snodano tra le casette in calce bianca.
  • Il mare, un bellissimo mare limpido e cristallino, e incantevoli spiagge in cui rilassarsi totalmente.
  • Il verdissimo paesaggio naturale che caratterizza questa terra, tra i boschi della macchia mediterranea, le falesie a picco sul mare e i faraglioni imponenti, atto a fondersi con l’azzurro azzurrissimo del cielo e del mare.
  • I trabucchi, antichissimi macchinoni da pesca costruiti in legno e diffusissimi sulla costa garganica, un fantastico soggetto per foto al tramonto o un insolito luogo in cui assaggiare la cucina tipica.
  • La Foresta Umbra, il polmone verde del Parco Nazionale del Gargano, un’area ancora selvaggia dove entrare a contatto con la fauna e la vegetazione locali.
  • Le gite in barca alla scoperta di baie nascoste e grotte suggestive da immortalare.
  • Le Isole Tremiti, definite le perle dell’Adriatico, con tappa a San Domino e San Nicola, alla scoperta dei tesori del posto.
  • I laghi costieri di Varano e Lesina.

 

Ogni consiglio e suggerimento sul Gargano è ben accetto ovviamente! Seguite il tag #InViaggioNelGargano: sarò attivo sui canali social (Facebook, Twitter, Instagram e Instagram Stories) per mostrarvi il mio viaggio nel Gargano.

A post shared by Adele (@belial_) on

 

9 thoughts on “In viaggio nel Gargano: aspettative pre-partenza”

    1. Mi fa piacere!
      Dovresti farci un pensierino… ora a settembre è uno spettacolo, poca gente, clima giusto…

Rispondi