Un salto a Mondovì, città del tempo

Sabato pomeriggio ho pensato bene di trascorrere due orette a Mondovì. Tanto dovevo comprare delle scarpe da calcio, dunque mi sono fermato per una visita rapida alla città. Mondovì è una cittadina del Piemonte, il fulcro della valle Monregalese, provincia di Cuneo; conta circa 22.000 abitanti ed è una città con alle spalle secoli e secoli di storia. Il nome è legato al periodo Medievale: i cittadini, per sfuggire al comando del vescovo di Asti, si sono organizzati in comunità sul monte Vico.

12990927_449834205223295_4772076631851034277_n

Mondovì è situata in una posizione invidiabile: un’oretta scarsa dal Mar Ligure e tre quarti d’ora da Torino. Sullo sfondo, le Alpi.

In così poco tempo sono riuscito solo a farmi un’idea della città. Segniamoci queste due parole, città e tempo: come dal titolo del post, Mondovì è invasa dalle meridiane. Esse decorano i palazzi e le torri, quasi a ricordarti del veloce scorrere del tempo.
In treno fino a Mondovì sono 50 minuti leggeri. La stazione rimane un pó decentrata, per arrivare in città si scende a piedi in cinque minuti. Subito davanti a te la Piazza del Mercato (si fa il sabato) che negli altri giorni è un bel parcheggione credo a pagamento.

Dopo pochi passi si arriva nel cuore della “città bassa”, vale a dire Piazza S. Pietro con la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo. Sul campanile, il Moro, simbolo cittadino, batte i rintocchi delle ore. Da qui si diramano le vie del centro, una zona più commerciale con bar, negozi, ristoranti. È il classico luogo di incontri per la gente, shopping, aperitivi.

Tra queste stradine, ce n’è una che porta alla funicolare. Perchè la funicolare?! Perchè in questo modo possiamo raggiungere Mondovì Piazza, ovvero la “città alta”. 1,30€ di biglietto e in due minuti sei su.

13010796_449834161889966_4916974230997444182_n
Piazza è un tuffo nel Medioevo. Ci ritroviamo immediatamente in Piazza Maggiore, con i suoi bellissimi e antichissimi palazzi. È qui la Chiesa della Missione, ho fatto un giro dentro per 4€ e sono rimasto piacevolmente colpito, presenta una serie di affreschi e dipinti meravigliosi.

Alla fine di via Gallo giungiamo alla Torre Civica che domina sulla città. Nonostante sia in chiusura, riesco a salire (3€ il costo) e in cima ho una vista a 360 gradi sulla vallata. Manco a dirlo, salendo le scale si incontrano diversi tipi di orologi da torre, dai più vecchi sino ai più recenti, per concludere poi con la campana.12963607_449834231889959_3897571210306656982_n

Non buttiamo via i dintorni della piazzetta, ovvero i giardini del Belvedere, con appunto una buona panoramica sui bassi rioni di Mondovì.
Peccato per aver avuto così poco tempo, peró Mondovì mi è piaciuta, soprattutto il borgo Piazza. Il Cuneese ha diversi paesi interessanti, come Saluzzo, Alba, Savigliano, la stessa Cuneo, e non vedo l’ora di scoprirli! 🙂

16 pensieri su “Un salto a Mondovì, città del tempo

  1. Carina! 😉 Mi piace molto l’idea della funicolare per raggiungere la “città alta”.. e la Chiesa sembra davvero avere degli affreschi stupendi. Città come questa sono delle piccole “chicche” del patrimonio italiano! 😉

    1. Concordo in pieno! La funicolare è una particolarità molto affascinante. Infatti a breve visiteró Bergamo, anch’essa (per quanto leggo) una splendida città, soprattutto la parte alta! 🙂

  2. Molto carina! La funucolare per raggiungere la parte alta della città poi è proprio una chicca!

  3. Carina 🙂 io poi, adoro le funicolari 😀 Qui in Sardegna non ce ne sono (credo) ed ogni volta che ne trovo una nei posti che visito, ci devo salire per forza perché adoro la sensazione del paesaggio che diventa sempre più vasto man mano che si sale 🙂

Rispondi