#unafotoalgiorno: la Valsesia

Leggendo l’iniziativa fotografica proposta da OneTwoFrida, ho pensato di scrivere delle mie ferie in Valsesia attraverso 7 fotografie che riassumono le mie giornate. La Valsesia è innanzitutto una vallata in provincia di Vercelli, prende il nome dal fiume Sesia ed è considerata la valle più verde d’Italia. Ci sono stato diversi giorni in estate con mamma e papà; più che un viaggio la considero una vacanza in montagna, anche se ho camminato molto!

Giorno 1 – Alagna Valsesia

Il residence era posizionato qui, nella parte alta di Alagna, il maggiore centro della valle. Dieci minuti di discesa ed eri in centro: il primo giorno l’ho passato qua, anche se pioveva e faceva abbastanza freddo, nonostante fosse agosto.

Giorno 2 – Campertogno

 

La mattina dopo è stata caratterizzata da una breve camminata al Rifugio Pastore, dove abbiamo anche pranzato. Nel pomeriggio giretto a Campertogno, altro paesino situato a 15min da Alagna. Giornata di sole, mite.. E bel panorama!

Giorno 3 – Passo Foric

La giornata più pesante: vestito supercasual, mi incammino per un’escursione tranquilla, dopo un’oretta arrivo a un rifugio e mangio pranzo lì, con formaggi tipici. Incontro la receptionist del residence e proseguiamo insieme: arriviamo al Passo Foric. 2400 metri. Una foschia incredibile.. E il ritorno a casa a piedi (abbiamo perso la funivia!). Peró bellissima giornata nella natura. 🙂

Giorno 4 – Gressoney St. Jean


Il mio quarto giorno l’ho trascorso principalmente fuori zona: tramite tre funivie sono arrivato a Gressoney St. Jean, in Val d’Aosta. Evito di raccontare i miei 20 minuti bloccato in funivia a 2000m… Gressoney è piccolino, il centro si compone di piazzette e viuzze. Dopo un pranzo non proprio economico, mi dirigo lungo il fiume Lys e scatto questa bella foto allo splendido panorama che mi è parso davanti agli occhi.

Giorno 5 – Hydrospeed

Non è il nome di un paese 😛 è l’esperienza acquatica che ho provato presso Eddyline a Campertogno. Esperienza di due orette, a bordo di questo bob galleggiante e lungo le rapide del Sesia. Mamma mia quante ginocchiate, quanto male e anche paura in certi punti. Ho potuto assaggiare la dirompenza e la forza del fiume, è pura adrenalina. E il paesaggio davanti a me era stupendo, in una calda giornata di sole.

Giorno 6 – Varallo


La fine delle ferie si avvicina, e la domenica, uggiosa e grigia, ce ne andiamo a fare un giro a Varallo, uno dei posti più distanti da Alagna. Qui in cabinovia saliamo al famoso Sacro Monte di Varallo, da cui si ha questa vista sulla città. Consta di una basilica e quarantacinque cappelle contenenti statue e dipinti rappresentanti diverse scene religiose. La visita dura un’ora e mezza, poi torniamo a casa per l’ultima notte.

Giorno 7 – Casale Monferrato


Durante il ritorno, una tappa per pranzo è d’obbligo e scegliamo una trattoria di Casale. Dopo la mangiata, smaltiamo con un giretto in centro… È una città d’arte, interessante, con il Castello, la Torre Civica (nella foto), il Duomo e i vari palazzi in stile barocco.

Resoconto: vacanza stupenda, ogni tanto un viaggio diverso ci sta! Con queste ferie ho proprio staccato del tutto, ho respirato aria diversa, ho camminato e visto paesaggi naturali meravigliosi. Un consiglio? Andateci! Anche solo pochi giorni.. Merita e fa bene! 🙂 🙂

14 pensieri su “#unafotoalgiorno: la Valsesia

  1. Bellissima la Valsesia, e altrettanto bella Gressoney Saint-Jean! Ma non sei passato da Castel Savoia, vedo 😀 era un po’ nascosto, però…
    Il Sacro Monte di Varallo è una meraviglia, imperdibile! 🙂

Rispondi