cosa vedere a rimini ponte tiberio augusto
Emilia-Romagna,  Italia,  Rimini

Cosa vedere a Rimini: itinerario di mezza giornata

Se ti aspetti un articolo sulle migliori discoteche e le più belle spiagge di Rimini, sei nel posto sbagliato. In questo post voglio parlarti di cosa vedere a Rimini se hai poco tempo a disposizione, un itinerario ad hoc per goderti l’antica città romana in mezza giornata. Anche se non puoi fermarti molto, sono sicuro che le ore che dedicherai alla scoperta della città sapranno ripagarti. Se ci aggiungi poi l’ottima cucina romagnola, la cordialità dei locali e il clima favorevole, rimarrai assolutamente soddisfatto.

Rimini l’ho conosciuta durante la mia settimana al TTG, la Fiera Internazionale del Turismo, anche se in realtà c’ero già stato quando facevo 4° liceo, in gita scolastica, ormai una vita fa. La mia presenza all’evento non mi ha dunque concesso di vivere appieno la città. Tuttavia mi sono ritagliato apposta mezza giornata, un venerdì pomeriggio, per esplorarla e togliermi curiosità su un posto che, ahimè, viene considerato soprattutto per le vacanze estive.

→ Leggi anche: Visitare Ferrara: itinerario e consigli gustosi

Cosa vedere a Rimini: itinerario di mezza giornata

 

Anfiteatro Romano

Il percorso inizia dalla stazione centrale di Rimini, situata in Piazza Cesare Battisti. Da lì partono anche tutti gli autobus per i diversi punti della città, dalla Fiera ai quartieri più turistici, come Miramare e Rivazzurra. Ma a te non interessa perchè hai in testa di visitare il centro storico, piuttosto raccolto e concentrato, e quindi i mezzi pubblici non servono.

Di fronte alla stazione non devi fare altro che raggiungere la Rotonda dell’Accoglienza e da lì tutta a sinistra lungo Via Roma. Dopo cinque minuti arrivi all’Anfiteatro Romano.

cosa vedere a rimini anfiteatro romano

Rimini è stata fondata nel 268 a.C. dai Romani col nome di Ariminum, in un sito frequentato già dalla Preistoria. La cinta muraria della città comprendeva anche gli attuali resti dell’Anfiteatro costruito nel II secolo d.C. Si tratta di una costruzione molto grande, a forma ellittica, che in epoca romana aveva il compito di ospitare giochi gladiatori, scontri fra uomini, solitamente schiavi e prigionieri, e animali. Il pubblico poteva decidere la sorte del gladiatore sconfitto: l’urlo “missum” lo rendeva libero, il pollice in giù decretava la sua morte.

 

Arco d’Augusto

Il più antico arco romano esistente è oggi uno dei simboli della città, assolutamente tra le cose da vedere a Rimini. L’Arco d’Augusto in passato segnava la fine della Via Flaminia, la strada che collegava Rimini a Roma.

cosa vedere a rimini arco augusto

Le quattro raffigurazioni che presenta sono di Giove, Apollo, Nettuno e la Dea di Roma. Sulle facciate si trovano due teste di bue, rappresentanti la potenza di Roma e di Rimini. Varcato questo passaggio, inizia Corso d’Augusto, il vecchio decumano massimo, ossia la lunga strada che porta fino al Ponte di Tiberio.

cosa vedere a rimini corso augusto decumano

 

Piazza Tre Martiri

Il punto d’incontro fra il decumano, oggi Corso d’Augusto, e il cardo, oggi Via IV Novembre-Via Garibaldi, era il Foro Romano. Adesso conosciuta come Piazza Tre Martiri, ma in passato chiamata Piazza delle Erbe, è uno dei luoghi di ritrovo principali di Rimini.

Prende il nome da tre giovani partigiani qui uccisi nel 1944. A ricordare l’episodio è presente una statuina di marmo.

cosa vedere a rimini piazza tre martiri foro romano

Nella piazza, colma di gelaterie, bar e negozi, puoi notare subito la Chiesa dei Paolotti, posizionata dietro al Tempietto dedicato a Sant’Antonio da Padova. Più avanti guarda bene per terra, noterai un grande sole sotto i piedi: si trova nel punto esatto d’incontro tra cardo e decumano.

La Torre dell’Orologio svetta sugli edifici, raffigurando anche un quadrante con calendario e fasi lunari. Immediatamente sotto fu costruito un Monumento ai Caduti.

 

Tempio Malatestiano

Cosa vedere a Rimini di monumenti grandiosi? Se te lo stai chiedendo, qui hai la risposta. Il Tempio Malatestiano venne edificato sulla vecchia Chiesa di S. Francesco, grazie al lavoro dell’architetto genovese Leon Battista Alberti, su ordine di Sigismondo Malatesta, signore di Rimini. La costruzione ebbe inizio nel 1450 e nel 1800 l’edificio fu adibito a Cattedrale, col nome di Santa Colomba.

La facciata rimase incompiuta e la copertura prevista nel progetto di Alberti non si fece, per via della mancanza dei fondi necessari alla sua realizzazione. Sempre esternamente, ai lati, sono presenti arcate contenenti i sarcofagi di personaggi importanti della famiglia Malatesta.

cosa vedere a rimini tempio malatestiano

L’interno invece, in stile gotico, si mostra con una sola navata centrale e sei cappelle laterali. Il Tempio Malatestiano, visitabile gratuitamente, ospita il Crocifisso di Giotto e un dipinto di Piero della Francesca, raffigurante Sigismondo Malatesta in preghiera di fronte a San Sigismondo.

Per i riminesi oggi questo posto è semplicemente il Duomo.

cosa vedere a rimini tempio malatesta chiesa

 

Piazza Cavour

Una deviazione sulla sinistra ti permette d’accedere a Piazza Cavour, la piazza principale di Rimini. E’ qui che ha sede il Comune, nel Palazzo Garampi. A fianco al municipio, ecco altri due antichi palazzi, risalenti al Medioevo: Palazzo dell’Arengo e Palazzo del Podestà. Sullo sfondo il Teatro Comunale, inaugurato da Giuseppe Verdi.

cosa vedere a rimini palazzo podestà arengo

cosa vedere a rimini fontana pigna cavour

La Fontana della Pigna, nella foto qui sopra, è il punto d’incontro della gioventù riminese, che poi si riversa nel porticato della Vecchia Pescheria. I suoi lunghi banchi in marmo in passato ospitavano le donne che venivano a vendere le vongole. L’edificio è uno dei più caratteristici della città e ha più di 200 anni.

cosa vedere a rimini vecchia pescheria

In Piazza Cavour e nell’adiacente Piazza Malatesta, ogni mercoledì e sabato mattina, si tiene il mercato cittadino, il più grande dell’Emilia-Romagna.

Ponte di Augusto e Tiberio, più semplicemente Ponte di Tiberio

Ecco la fine di Corso d’Augusto, rappresentata dal bellissimo Ponte di Augusto e Tiberio. Si chiama così perchè la sua costruzione iniziò con l’imperatore Augusto nel 14 d.C. e si concluse con Tiberio nel 21 d.C.

Sorge sull’attuale fiume Marecchia, ex Ariminus, il corso d’acqua attorno al quale i Romani costruirono il primo centro di Ariminum, su un territorio popolato dai Galli. Segnava l’inizio di due strade importanti come la Via Emilia, che collegava Rimini a Piacenza, e la Via Popilia, che la collegava a Ravenna e Aquileia.

cosa vedere a rimini ponte tiberio augusto

Percorrendo il ponte, hai un’ottima vista sul fiume, soprattutto al calar del sole. Invece, per una panoramica che comprende pure le casette cittadine, come nel mio scatto, ti suggerisco di non attraversarlo, ma di addentrarti nel Giardino dei Giusti, facente parte di Parco XXV Aprile. Un luogo immerso nel verde, perfetto per rilassarsi o passeggiare tranquillamente nei pressi del Ponte.

 

Borgo San Giuliano

L’ultimo posto del mio articolo su cosa vedere a Rimini in mezza giornata è il più pittoresco della città romagnola. Uno degli angoli preferiti dagli appassionati di fotografia, i cui scatti postati sui social network invogliano la gente a venirlo a scoprire.

Borgo San Giuliano, quartiere dov’è nato il famoso regista Fellini, è l’antico borgo marinaro di Rimini, fatto di un coloratissimo dedalo di viuzze sulle quali s’affacciano casette ricoperte da murales.

cosa vedere a rimini borgo san giuliano

Inizialmente era abitato da pescatori e marinai, che pian piano abbandonarono il borgo, rendendolo un luogo piuttosto malfamato. Tuttavia i cittadini riuscirono a evitare l’opera di bonifica promossa dal Comune e, dopo la morte di Fellini avvenuta nel 1994, dipinsero i muri delle case con scene tratte dai suoi film. Le targhe poste vicino alle porte riportano il nome dell’ultimo pescatore o marinaio proprietario dell’immobile.

Ogni due anni ha sede la Festa dè Borg, dove le piazze e i vicoli del borgo sono animati da spettacoli teatrali, musica di strada e banchetti gastronomici.

cosa vedere a rimini scorcio dettagli

Bene, adesso che sai cosa vedere a Rimini in mezza giornata, sei pronto per seguire il mio itinerario e partire all’esplorazione della città. Non ti dimenticare, come sempre, di farmi sapere qua sotto nei commenti cosa ne pensi di questa meta, se ti è piaciuta e cosa ti ha colpito di più.

4 commenti

  • Manu

    A Rimini sono stata tantissime volte (non solo per le spiagge) ma alcuni luoghi da te segnalati non li ho visti. Grazie per avermi dato ottimi spunti per il prossimo giro in questa città.

  • lilly

    L’ho sempre detto che per godersi Rimini bisogna visitarla fuori dalle ferie estive.
    È una cittadina incantevole e con molta storia.
    Grazie per l’itinerario che ci hai proposto, me lo salvo per un (forse) futuro.
    Buona domenica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *