cosa visitare a palermo in un giorno
Italia,  Palermo,  Sicilia

Cosa visitare a Palermo in un giorno

Palermo è stata la prima tappa del mio tour siciliano avvenuto all’inizio di questo novembre. Sono atterrato qui col volo da Torino e ho trascorso un giorno alla scoperta della città. Città che, ovviamente, andrebbe vissuta in più giorni per rendersi conto di tutte le bellezze che possiede. Palermo sarà Capitale della Cultura nel 2018 e mi auguro che il numero dei visitatori, d’ora in poi, aumenti in maniera esponenziale, perchè se lo merita. Dunque, sono pronto a raccontarvi nell’articolo cosa visitare a Palermo in un giorno.

Fondata dai Fenici, subì tante e diverse dominazioni nel corso della sua storia: dapprima i Romani, poi Arabi, Normanni, Svevi, Angioini e Spagnoli. Un insieme di culture e tradizioni differenti che si sono insediate nella città e hanno lasciato il segno, nella cucina, nella lingua, nei palazzi e nelle strade del centro storico. I bombardamenti subiti durante l’ultima guerra, la forte espansione edilizia che ha portato alla demolizione di quartieri antichi e borgate e i problemi con la mafia costituiscono pagine pesanti della storia cittadina. Oggi Palermo è una città che non ha dimenticato il proprio passato, ma dagli anni ’90 ha iniziato un percorso di graduale ripresa e crescita che spero la riporti agli antichi fasti.

La mia esperienza in città è stata condizionata, positivamente, dalla collaborazione avvenuta col team di Visit Palermo, un’interessante realtà turistica presente in città. Il laboratorio MICRO è il punto dove l’associazione lavora, presentandosi come un centro di informazioni turistiche, senza limitarsi solo a questo. Infatti è possibile prenotare tour della città, cercare alloggi e b&b, riservare il posto nei ristoranti, partecipare a corsi di cucina siciliana, degustazioni di vini, escursioni e noleggi di mezzi. Insomma, i ragazzi si danno un gran da fare per offrire momenti da portarsi a casa con orgoglio.

MICRO è situato a Palermo, in Via Alloro 19, nel quartiere de La Kalsa, a due passi dal mare.

cosa visitare a palermo in un giorno micro

cosa visitare a palermo in un giorno micro centro informazioni

Nel mio caso, sono molto contento di aver avuto un assaggio della città insieme a persone locali che conoscono bene il posto e le sue mille sfaccettature. Marta mi ha portato per qualche ora in giro, toccando piazze storiche, chiese barocche, botteghe artigiane e i mercati cittadini, dove ci siamo fermati a riforcillarci di specialità tipiche.

cosa visitare a palermo in un giorno selfie micro turismo

Ho alloggiato in Corso Pisani, a pochi minuti a piedi dal Palazzo dei Normanni, in piazza Indipendenza. Detto anche Palazzo Reale, è una delle attrazioni principali di Palermo, custodendo al suo interno la Cappella Palatina. L’idea era quella di visitarla nel pomeriggio, per conto mio, ma sono arrivato tardi e la biglietteria era chiusa.

cosa visitare a palermo in un giorno palazzo normanni

Ecco, ricordate bene: se andate a Palermo, e in Sicilia in generale, a novembre, state tranquilli che facilmente la giacca non vi servirà, anzi. Però tenete conto che i luoghi di richiamo possono avere degli orari di apertura ristretti, rispetto alla bella stagione, e che purtroppo alle 17.30 è già buio.

Dalla piazza, tramite la Porta Nuova, si accede al Cassaro, ovvero la via più antica di Palermo. Il nome vero è Corso Vittorio Emanuele, lunga strada che conduce fino al mare, dov’è situato l’altro ingresso alla città, ossia Porta Felice.

cosa visitare a palermo in un giorno porta nuova

cosa visitare a palermo in un giorno cassaro

Scendendo lungo la via, può anche succedere -per sbaglio eh- di porgere lo sguardo a sinistra e intravedere una struttura imponente e meravigliosa che ti obbliga a bloccare il cammino per qualche minuto. E’ la celebre Cattedrale della Santa vergine Maria Assunta, più semplicemente la Cattedrale di Palermo.

Come per la città, ha subito le influenze dei popoli conquistatori, assimilando e arricchendosi, grazie ai continui restauri del passato. Comunque, devo essere sincero: personalmente, l’interno non mi ha colpito granchè. Da questo punto di vista, Palermo sa offrire di meglio.

cosa visitare a palermo in un giorno cattedrale

Invece, merita salire sulla torre campanaria, per avere una visuale migliore del capoluogo. Farlo al tramonto poi, come nel mio caso, assume un’atmosfera ancora più suggestiva.

cosa visitare a palermo in un giorno cupola cattedrale

cosa visitare a palermo in un giorno panorama cattedrale

Proseguendo lungo il Cassaro, si giunge a piazza Villena, che rappresenta l’incrocio con un’altra via importante della città, ossia via Maqueda. Quando leggi dei Quattro Canti di Palermo, ci si riferisce proprio a questa piazza.

I Quattro Canti, costruiti nel 1600, sono i quattro palazzi posti ai lati dell’intersezione, ognuno con una facciata concava che può sembrare uguale alle altre ma si differenzia per le decorazioni. Infatti i Canti presentano alla base una fontana simboleggiante uno dei quattro fiumi della città antica, al primo piano l’allegoria di una stagione, al secondo la statua di un re spagnolo e all’ultimo una delle sante palermitane.

cosa visitare a palermo in un giorno quattro canti

A spasso per la città con Visit Palermo

Cosa visitare a Palermo in un giorno – Quartiere La Kalsa

Il tour con Marta è cominciato dal quartiere La Kalsa, dov’è situata la sede MICRO. Questo cantone risale ai tempi arabi (si chiamava Al Halisah, “l’eletta”) e ospitava la residenza dell’emiro. Prima tappa alla chiesa di Santa Maria dello Spasimo, un luogo sconsacrato e senza il soffitto, crollato nel ‘700. Si trova dietro un ex ospedale e oggi ospita eventi e concerti. Uscendo, si può raggiungere il giardino adiacente, uno spazio molto verde e rilassante.

cosa visitare a palermo chiesa spasimo

Piazza Maggioni è invece uno slargo importante della città: qui si sono conosciuti i piccoli Falcone e Borsellino e vi si ritrovavano per giocare insieme. Insieme hanno avviato un’importante battaglia alla mafia palermitana nel secolo scorso. E’ qui situata la lapide del magistrato Falcone.

cosa visitare a palermo in un giorno memoria falcone

Il Teatro Garibaldi, inaugurato dallo stesso condottiero nel 1861, ospiterà l’anno prossimo la biennale dell’arte Manifesta 12. Si terrà dal 16 giugno al 4 novembre. Il titolo sarà “Il giardino planetario. Coltivare la coesistenza”.

Dopo un buon caffè nel bar a fianco, siamo entrati in una falegnameria storica. In Via Maestri d’Acqua abbiamo incontrato Enzo Novara, uno che l’amore per il legno ce l’ha nelle vene. Entrando nella sua bottega, si notano tutte le sue lavorazioni artistiche fatte a mano nel laboratorio a fianco. Decorazioni, attrezzi, forme di animali, lampade, insomma di tutto e di più. Enzo e i suoi colleghi recuperano e riciclano il materiale da vecchi palazzi in stato degradante e compongono bellissimi oggetti.

cosa visitare a palermo in un giorno falegnameria enzo novara

Girovagando per Palermo è facile imbattersi in numerose e svariate botteghe artigiane. Oltre cinquanta di queste fanno parte di un’associazione che ha preso piede nel cuore della città: ALAB, che sta per “Associazione Liberi Artigiani Artisti Balarm“. Artisti, artigiani, fotografi, ricercatori, architetti, tutti uniti dallo stesso obiettivo, ovvero riqualificare il centro storico di Palermo, tramite la promozione e la valorizzazione di prodotti autentici.

Le botteghe facenti parte dell’associazione espongono il marchio arancione ALAB sulla porta d’ingresso.

cosa visitare a palermo in un giorno bottega alab

Segnatevi questi due nomi: Piazza Bellini e Piazza Pretoria.

Mi riferisco a due piazze praticamente attaccate che rappresentano il cuore di Palermo, a due passi dai Quattro Canti dove s’incontrano via Maqueda e il Cassaro.

Piazza Bellini è animata dalla presenza di due chiese che, giuro, prossima volta visiterò assolutamente. Sono la Chiesa di San Cataldo, quella con le tre cupole rosse, e la celebre Chiesa della Martorana. Avrei visto volentieri quest’ultima, ma mi è stato negato l’accesso, dato che si stavano facendo registrazioni televisive.

Basta voltare leggermente, giusto 50 m, per ritrovarsi in Piazza Pretoria, dove ha sede il Municipio, nel Palazzo Pretorio, o Palazzo delle Aquile. Al centro, la splendida Fontana Pretoria, simbolo di Palermo e una delle più belle d’Italia. Essa presenta al centro un putto che versa l’acqua, e tutt’intorno statue rappresentanti figure mitologiche e allegorie dei quattro fiumi. E’ anche chiamata Fontana della Vergogna, poichè sorgeva di fronte a un convento e faceva scandalo alle monache di clausura per via della nudità delle sue statue.

cosa visitare in un giorno a palermo piazza pretoria

cosa visitare a palermo in un giorno fontana vergogna pretoria

Cosa visitare a Palermo in un giorno – Quartiere Ballarò

E’ arrivato quindi il momento di entrare in Ballarò, un altro quartiere di Palermo. Prende il nome dal famoso mercato cittadino, forse meno conosciuto rispetto a quello della Vuccirìa, ma di certo più ricco e frequentato. Qui ci siamo fermati per una pausa golosa! Infatti abbiamo provato lo street food palermitano, seduti a un tavolo. Le specialità tipiche sono crocchè, panelle, caponata e infine il celebre pani ca meusa, ossia il panino con la milza, che personalmente mi è piaciuto molto!

cosa visitare a palermo in un giorno pani ca meusa

cosa visitare a palermo in un giorno crocchè panelle

cosa visitare a palermo in un giorno caponata

Ballarò è un quartiere decisamente vivo e frequentato, e aggiungerei multietnico, vista la presenza di tante persone provenienti dai paesi africani. Inoltre, perdendosi per i vicoletti, si può notare un pò di decadenza, soprattutto sulle facciate di alcuni palazzi, mentre è obbligatorio fare una tappa presso la Chiesa del Gesù, detta Casa Professa.

Mancano all’appello tante altre chiese che ho tralasciato qui a Palermo, ma Casa Professa mi ha piacevolmente colpito. Un tripudio barocco al suo interno, con decorazioni in marmo su pareti, soffitto, colonne e cappelle. Da restare a bocca aperta!

cosa visitare a palermo in un giorno case

cosa visitare a palermo in un giorno casa professa

La Chiesa del Carmine invece potrete riconoscerla per la sua cupola che svetta ricoperta di maioliche, mentre per una veduta panoramica di Palermo si può salire sulla torre medievale di San Nicolò. Ora comprendete come mai dicevo che un giorno solo non basta per Palermo!

Cosa visitare a Palermo in un giorno – Quartiere Vuccirìa

Tornando verso i Quattro Canti, scendendo una scalinata si arriva al mercato della Vuccirìa, nell’omonimo cantone. Dappertutto troverete righe su questo mercato, ma a dir la verità è meglio Ballarò.

Poche bancarelle, poca vita in Piazza Caracciolo durante la giornata, per poi cambiare registro la sera, quando si riversa qui la gioventù palermitana, a divertirsi tra note musicali e bicchieri di vino tipico, lo zibibbo.

cosa visitare a palermo in un giorno vuccirìa

Consigliabile anche un giro al mercato del Capo, coloratissimo e apprezzatissimo.

La serata invece è stata l’occasione per me di rivedere e salutare, dopo undici anni, un’amica conosciuta in vacanza studio in Inghilterra. Con lei, il suo fidanzato, e i suoi amici, siamo andati prima ad aperitivare, poi a fare un giro per la città. Così ho fatto caso al Teatro Massimo, il primo edificio teatrale lirico d’Italia e il terzo d’Europa per grandezza. Verso la mezzanotte, abbiamo riempito lo stomaco con le tipiche arancine, una delizia da leccarsi i baffi.

cosa visitare a palermo in un giorno teatro massimo

cosa visitare a palermo in un giorno amica

cosa visitare a palermo in un giorno amici arancine

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *